Sono  finite le settimane senza football NFL, si parte!

Benchè manchino ancora una decina di giorni all’esordio dei nostri Patriots (giovedì 12 agosto alle ore 01.30 notturne contro Washington) è pur vero che non avremo più una settimana senza football targato NFL fino al prossimo anno; giovedì 5 agosto infatti si inizia, e scenderanno in campo Cowboys e Steelers per la consueta amichevole intitolata alla Hall of fame che apre le danze per la stagione 2021/2022.

Come saprete, da quest’anno è cambiato il calendario, sostanzialmente si è tolto 1 match di preseason per regalarne 1 in più alla stagione regolare, e per i nostri colori le “amichevoli” si terranno :

  • giovedi 12 agosto (1.30 italiane) = Redskins @Patriots
  • giovedì 19 agosto (1.30 italiane) = Patriots @Eagles
  • domenica 29 agosto ( a mezzanotte) = Patriots @Giants

 

Giants at Patriots, preseason Week 4: First-half live updates - Big Blue View

L’appuntamento coi Giants è ormai una tradizione per Bill Belichick – Brian Fluharty-USA TODAY Sports

Anche se per molti queste partite sono solo una scocciatura, o un blando antipasto riempitivo in attesa della portata principale, è sempre bene ricordare che in questo periodo di agosto i roster passano da 90 uomini a 75 circa, per poi divenire i 53 definitivi (più i 10 di practice squad, da verificare causa COVID le eventuali modifiche a tali numeri). Sono perciò occasioni importanti per i giovani e per chi rischia il taglio, di mettersi in luce e di dimostrare di valere il posto, e mai come quest’anno il nostro roster presenta delle battaglie molto interessanti in alcuni ruoli chiave.

 

QB 1 : Cam Newton vs Mac Jones

Despite Mac Jones Pick, Bill Belichick Says Cam Newton Is Patriots' Quarterback – CBS Boston

La storia si ripete : dopo la scelta tra Brady e Bledsoe, coach Belichick è nuovamente davanti ad un importante decisione. – CBS Boston

” Cam è il nostro QB titolare, penso di averlo già detto..” così Bill Belichick ha risposto ai media durante la porzione dedicata alle interviste al quarto giorno di training camp da Foxborough, ma se questa può sembrare la solita frase di copertina da rifilare ai media, Bill ha anche aggiunto ” sono sicuro che sarà una decisione molto dura, qui ogni giocatore deve prendersi il posto da titolare..”, il che lascia comunque una bella dose di pressione sulle spalle del n.1 ex Panthers.

Anche i fatti, oltre alle parole, hanno detto questo, perchè durante i periodi di 7 vs 7 e di 11 vs 11 Cam Newton è sempre stato quello ad avere più ripetizioni con la offense titolare, mentre sono comunque salite le occasioni per Mac col passare dei giorni, essendosi visto aumentare le reps con la prima squadra. L’infortunio di Jarrett Stidham, getta ancora più luci su questo duello, perchè nonostante la solita narrativa sia “ognuno ha la sua chance” sappiamo bene che Bryan Hoyer e Jake Dolegala difficilmente vedranno il campo ( o almeno si spera! ), e quindi Stidham poteva veramente essere il terzo incomodo, la variante impazzita capace di rimescolare le carte, e invece no… molto probabile che si debba operare e si parla di uno stop di 3 mesi per lui.

Essendo diventate 3 le gare di preseason, mi aspetto un maggiore coinvolgimento generale degli starter, magari non proprio alla prima, ma in generale, e credo davvero che queste amichevoli possano incidere per un buon 30/40% sulla decisione finale che Bill ed il suo staff prenderanno riguardo al ruolo di regista titolare.

WR 4 : N’Keal harry vs Isaiah Zuber vs Kristian Wilkerson

Agent wants Patriots to trade former first-round pick N'Keal Harry - The Boston Globe

Uno dei pochissimi lampi del ricevitore in maglia Pats – Jim Davis, Boston Globe

Dopo le firme di Nelson Agholor e Kendrick Bourne, e la scelta al draft (seppur con l’ultima pick) di Tre Nixon, N’Keal Harry pareva avere i giorni contati a Foxborough, e così la pensava anche lui stesso ed il suo manager, che qualche settimana fa avevano formalmente richiesto una trade per cambiare aria.

Anche in fase di Draft si diceva che i Pats stessero cercando acquirenti per l’ex Sun Devil, ma in un modo o nell’altro siamo qui ed Harry è ancora a roster, ed anzi, a sentire gli addetti ai lavori che hanno seguito il camp da bordo campo, il ragazzo è stato uno dei più costanti in questi allenamenti, e lo staff sta cercando di trasformarlo in quello che forse avrebbe dovuto sempre essere, ovvero un giocatore da mismatch che però deve sfruttare il fatto che ci siano altri targets per poter funzionare. Il giocatore si è detto sereno, e se trade non ci sarà, non mancherà la voglia e la concentrazione per lavorare ancora con i colori dei Pats.

Ad insidiare la sua posizione però ci sono Isaiah Zuber e Kristian Wilkerson, nomi che non diranno molto ai più, ma che gravitano attorno al nostro roster già da tempo, e lo stesso Zuber ha avuto modo di mostrare reattività e velocità lo scorso anno, quando su 2 ricezioni totali ha registrato 13 e 16 yards, e non è un caso che una delle due giocate nei quali è stato impiegato Zuber fosse un “end around”, giocata provata più volte in stagione con N’Keal.

TE 3 : Matt LaCosse vs Troy Fumagalli

Partendo dal presupposto che stiamo parlando del ruolo dove si è investito di più (e meglio) in offseason, con le firme di Hunter Henry e Jonnu Smith, ed aggiungendo a questo il fatto che tutti vorremmo vedere gli investimenti allo scorso draft sbocciare (Devin Asiasi e Dalton Keene), proprio questi ultimi due al momento sono fermi ai box, e quindi si apre lo spot del terzo tight end; Asiasi per Covid, anche se i suoi tempi di rientro in team sembrano poter essere molto più rapidi di quanto si prospettava, mentre invece Keene per problemi fisici che si porta appresso dallo scorso anno e che per adesso non gli stanno permettendo di portarsi al passo coi compagni.

In questo “limbo” tra titolarissimi e giovani promesse, si potrebbe infilare l’uomo che non ti aspetti, ovvero Troy Fumagalli.

Fumagalli, simpaticamente definito “Troy nove dita” dalla nostra redazione (no davvero, ha 9 dita, vedi foto che segue) è arrivato in NFL nel 2018, quando i Denver Broncos hanno deciso di selezionarlo al quinto round, e con la franchigia di mile high ha realizzato 2 segnature, una per stagione. Non certo un nome di spicco, ma ritrova un suo ex compagno, Matt LaCosse anch’esso ex Broncos, col quale duellerà per il terzo spot dietro a Henry e Smith, anche se sembra avere già un leggero vantaggio. E’ infatti diventato uno dei target fidati di Cam, ed ha registrato nelle prime simulazioni di gioco al camp ben 7 touchdowns!

TIL Wisconsin's star TE, Troy Fumagalli, only has 9 fingers. He's missing his left index finger.: CFB

Troy Fumagalli al college a Wisconsin – Scout

RB 4 : Brandon Bolden vs J.J. Taylor vs Tyler Gaffney

Tyler Gaffney returning to Patriots after brief stint in professional baseball, per report - CBSSports.com

Gaffney durante uno dei tanti match di preseason con i Giants – CBS Sports

Nel 2011 all’università di Stanford un giovanissimo Gaffney si distingueva sul diamante con mazza e guantone, batteva .327 di average e sembrava destinato ad una carriera nel batti e corri, se non fosse che la sua passione per il football prese il sopravvento. Dopo una serie di apparizioni sparse, e di infortuni psicologicamente deleteri, Gaffney decide di abbandonare il gridiron per tornare al suo primo amore, ma il 2018 è impietoso e gli ricorda quanto sia difficile andare in battuta se perdi la mano, e prima in singolo A con la maglia del Bradenton batte .291, ma poi in doppio A ad Altoona batte un misero .194, evidentemente la dura vita nel sistema delle minors è troppo duro per lui e riprova a buttare il suo corpo nella mischia con casco e spalle.

Con le voci di un Sony Michel destinato a partire, e la scelta di Stevenson al Draft che lo lascia pensare, Harris sembra il runner designato assieme al solito James White, ma dietro di loro uno tra Bolden, Taylor e perchè no proprio Gaffney, potrebbero ritagliarsi un ruolo a sorpresa.

Fermo restando che Bolden avrà modo di guadagnarsi un posto anche grazie al suo contributo nello special team, questo è sicuramente un aspetto affascinante da seguire nella nostra preseason.

DL 4 : Montravious Adams vs Akeem Spence vs Bill Murray

Lungo la linea difensiva dei Patriots targati 2021 il talento non manca, anche se questo è un reparto che avrà una attenzione particolare da parte di Bill Belichick dopo la fatica fatta lo scorso anno, dove non c’era verso di fermare le corse, ed anche in pass rush si è visto ben poco. La conferma di Lawrence Guy e l’arrivo di Davon Godchaux dovrebbero servire proprio a tappare i buchi in mezzo alle corsie, ma l’addio di Adam Butler lascia libero lo spot di situational lineman, e Butler era uno dei giocatori che meglio sapeva incarnare il giocatore ibrido capace di penetrare in pass rush ma anche di tenere il suo contro le corse.

Akeem Spence ha già fatto vedere qualcosa di buono lo scorso anno dal suo arrivo ed è sicuramente un elemento che avrà un “edge” sulla concorrenza, mentre invece Bill Murray, arrivato ai Pats successivamente al Draft 2020, ha dalla sua sicuramente la giovane età.

L’oggetto del mistero qui è Montravius Adams, che tra infortuni e stagioni così così, non è mai riuscito a ritagliarsi un ruolo di spicco ai Packers (nel tweet che segue col n.90).

Adams è un giocatore molto acerbo, che non fa certamente della tecnica e della malizia il suo punto forte; è invece un tipo di difensore che vuole sottometterti con le botte, e credo questo sia il suo più grande difetto, perchè spesso trova davanti chi invece la tecnica ce l’ha e può ridicolizzarlo. Magari meno affascinante di altri duelli citati prima, ma certamente da seguire.

LB 4 : Raekwon McMillan vs Terez Hall vs Harvey Langi

Patriots Signing Free-Agent Linebacker Raekwon McMillan For One Year

McMillan fu draftato dai Dolphins nel 2017 – NESN

Qui confesso di essere di parte, perchè tifo per il giocatore e spero vivamente che abbia successo. Parliamo di Raekwon McMillan, draftato dai Dolphins addirittura al secondo round nel 2017 con la scelta n.54 overall; Dopo due anni ai Dolphins evidentemente non convince Brian Flores, e trova sistemazione ai Las Vegas Raiders, ma nel solo 2020 non riesce a guadagnarsi un contratto ed è quindi a spasso, ed ecco che lo raccoglie Bill Belichick.

Sono affascinato dalla mossa perchè è la tipica mossa da Belichick, un giocatore in scadenza di contratto che vuole fare di tutto per guadagnare il prossimo “big check”, e poi perchè sappiamo bene che proprio i linebackers sono quelli che più possono beneficiare dei dettami e della esperienza di Belichick che così bene ha fatto nel ruolo, a partire da quando allenò Lawrence Taylor in avanti. Qui sotto un estratto di un intervista proprio di oggi dove si sente il coach tessere le lodi del nuovo arrivato.

McMillan fisicamente e tecnicamente mi ricorda molto Jamie Collins ed è proprio quello il ruolo nel quale me lo immagino, mentre per gli altri due la situazione è un pelo diversa; Terez Hall ha ben figurato nel momento del bisogno lo scorso anno quando i linebackers a Foxborough non sapevamo più cosa fossero, ma è molto facile farsi prendere dall’entusiasmo quando il linebacker che fa la giocata è anche l’unico in campo, perciò bisognerà un attimino rivedere le attese su di lui, mentre quello di Langi è un graditissimo ritorno, giocatore che quando era ai Pats la prima volta fu tagliato in seguito ad un incidente d’auto, e che in maglia Jets lo scorso anno contro di noi pareva indemoniato, un difensore sicuramente aggressivo e molto migliorato.

Uno di loro me lo aspetto nei 53 definitivi e secondo me McMillan ha un leggero vantaggio.

CB 5 : Michael Jackson vs Myles Bryant vs Dee Virgin vs Joejuan Williams

Report: Lions picking up ERFA tender on Dee Virgin

Dee Virgin, ai Lions dal 2018 – USA Today

Sappiamo tutti benissimo chi risponde al citofono come cornerback n.1, ed è ovviamente Gilmore, ma quest’anno tra le varie incertezze relative alla sua condizione contrattuale ed al suo recupero fisico, il forte veterano sta facendo fatica a prendere il ritmo dei compagni; dietro di lui J.C. Jackson si prepara a disputare quella che sarà per lui la stagione della vita, quella della verità per capire se a tutti gli effetti potrà diventare CB 1 (e staccare un contratto che lo paghi come tale) o rimanere un incompiuto come Malcolm Butler, che sicuramente molti ricorderanno.

Dietro loro due ovviamente il coltellino svizzero Jonathan Jones, ma poi la battaglia è apertissima, e con l’arrivo del “green goblin” Jalen Mills, che sicuramente visto il contratto sarà intoccabile, Myles Bryant è il giocatore che mi affascina di più e tutti voi ricorderete che ne sono innamorato già dallo scorso anno da quando arrivò undrafted.

Ci sono poi i nomi citati e non so perchè ma a pelle ho la sensazione che qualcuno di questi lo sentiremo nominare anche a stagione inoltrata, per un altro campionato dove il ruolo del corner sarà un ruolo di spicco.

 

Francesco Cugusi @PatriotReign

Written by francescoc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.