In questo spazio teniamo il conto dei movimenti di mercato e dei giocatori in entrata, sia via free agency che via trade.

Aggiornamento al 25/03/2019

Risultati immagini per rob gronkowski

Questa è una di quelle notizie che non possiamo prendere in nessun altro verso se non con immensa gratitudine, il tight end Rob Gronkowski annuncia il suo ritiro. Era una opzione più che plausibile da tempo e non si può dire che lui stesso non avesse lanciato segnali sufficienti ma forse, coi giorni che passavano, era maturata la speranza di averlo con noi per un altra, ultima stagione.

Ultima stagione che è stata invece quella 2018-2019, culminata nel modo migliore per lui, con la catch (spettacolare) che di fatto ha deciso l’ultimo Super Bowl in favore dei nostri; si ritira dopo nove stagioni, con ben 3 titoli di campione del mondo sul palmares e lo status di “best tight end ever” ed una giacca dorata che lo attende a Canton.

Libera, tra le altre cose, circa 10M di cap space.

 

Risultati immagini per ryan allen

Nei giorni precedenti avevamo avuto modo di ri-firmare, per un altro anno, l’ottimo punter Ryan Allen. Viene rilasciato invece Adrian Clayborne, defensive end che dopo una sola stagione in maglia Patriots non ha dimostrato abbastanza per essere confermato, ed un suo eventuale taglio era nell’aria già dal finale di stagione dopo che fu un “healthy scratch” in week 16 e 17.

 

previously …

Come ogni anno a Marzo iniziano i primi movimenti nel roster, con l’apertura della free agency; dopo le primissime 48 ore in sordina i Patriots nella giornata di giovedì 14 mettono a segno una serie di operazioni e cogliamo l’occasione per iniziare a fare un pò d’ordine per capirci di più.

Le Partenze 

Risultati immagini per trey flowers lions

Il nome principale era sicuramente quello del defensive end Trey Flowers; il prodotto di Arkansas infatti esauriva il suo contratto da rookie ed entrava nella offseason che gli avrebbe permesso di staccare il primo grosso assegno della sua carriera e così è, assegno che gli arriva proprio dai Detroit Lions ( 5 anni per 90M) di coach Matt Patricia, elemento che ha indubbiamente giocato a favore del team di Detroit in ottica di poter mettere le mani su suoi ex giocatori ai Pats.

Durante la stagione regolare era arrivato il prolungamento di contratto alla guardia Shaq Mason, altro elemento imprescendibile, e forse proprio questo poteva essere un campanello d’allarme in ottica di grossi rinnovi. Ci lasciano anche un altro prodotto draftato da noi, il tackle Malcom Brown, che accetta di firmare con New Orleans per 3 anni a 15M, e l’offensive tackle Trent Brown, che vola ad Oakland con un quadriennale da 66M.

Tra le altre partenze, di tono minore forse, vanno comunque segnalate quelle di Cordarrelle Patterson, andato a Chicago con un biennale, e del cornerback Eric Rowe, atterrato alla corte di Brian Flores a Miami ( 1 anno a 3.5M ); rimangono liberi al momento giocatori come LaAdrian Waddle, Danny Shelton, Chris Hogan, Jeremy Hill, Ryan Allen, Ulrich John, Stephen Gostkowski e gli special teamer Humber e McClellan.

 

Le Conferme

Risultati immagini per jonathan jones jason mccourty patriots

Se è vero, come dice qualcuno, che “squadra che vince non si cambia”, era dunque importante cercare di mantenere intatta quella che è stata, numeri alla mano, la migliore secondaria degli scorsi playoffs. Tornano infatti in maglia Patriots i cornerbacks Jonathan Jones, coperto da una “tender” di secondo round per la prossima stagione, ed il buon Jason McCourty, il quale firma un biennale da 10M.

Nel reparto ricevitori, quello che sicuramente preoccupa di più i tifosi, ci sono stati i ritorni di Phillip Dorsett, contratto annuale per lui, e la conferma di Josh Gordon, protetto anche lui da una “tender” di livello original round, mentre rimane ancora a spasso Chris Hogan che si vocifera gradirebbe la destinazione Giants per tornare vicino a casa.

 

I Nuovi Innesti  

Risultati immagini per michael bennett

Qualche giorno fa è avvenuta la trade di cui molti sono già al corrente, ovvero quella che ci vedere ricevere da Philadelphia il defensive end Michael Bennett, che peserà sul cap con un biennale da circa 13M, e la loro scelta al settimo round del draft 2020, mentre noi cediamo loro la scelta 2020 al quinto round. Mossa ottima, all’epoca fatta per tutelarsi in ottica di addio di Flowers, che ci permette di avere un pass rusher veterano ancora capace di distruggere la tasca avversaria ma soprattutto con un contratto ottimo per rapporto qualità-prezzo.

Nella giornata di Giovedì 14 come anticipato, sono invece fioccate le firme di giocatori sicuramente dall’impatto minore; dopo i rumors (confermati) che ci volevano ad inseguire ricevitori come Cole Beasley (andato poi a Buffalo), Golden Tate (accasatosi ai Giants) e Adam Humphries (che ha scelto i Titans nonostante una offerta economica migliore da parte nostra) lasocietà ha deciso di ripiegare su nomi minori come quello del veterano wide receiver Bruce Ellington e di Maurice Harris.

Risultati immagini per bruce ellington

Ellington (foto) entra in NFL con San Francisco, dopo 3 stagioni passa a Houston dove nel 2017 proprio contro di noi esplose in uno dei match migliori della sua carriera, mentre lo scorso anno lo ha passato a Detroit. Potrà giocare come ritornatore nello special team.

Maurice Harris invece è entrato nella lega da undrafted ed ha passato le sue prime 3 stagioni NFL in maglia Redskins.

Torna a casa anche Brandon Bolden che firma un biennale, ed è evidente come il suo apporto nello special team sia mancato l’anno scorso, e a dare credito alla teoria che uno dei principali focus fosse proprio riportare in alto il livello dello special team ci pensa anche la firma della safety ex Jets Terrence Brooks. L’aver messo sotto contratto anche il tight end ex Broncos Matt LaCosse ( 2 anni a quasi 5M, non poco) regala profondità ad un reparto che ha visto andarsene Dwayne Allen (sponda Miami) e che non garantisce ancora nulla per quanto riguarda Rob Gronkowski.

L’ultimo movimento, ma non per importanza anzi, è la firma del defensive tackle Mike Pennel, in uscita dai Jets.

Se i nomi citati in precedenza sono tutti o quasi elementi che dovranno giocarsi il posto senza garanzie, per Pennel il discorso è diverso; lui dovrebbe essere uno starter immediato, dopo l’esplosione nella scorsa stagione. Dopo 3 buone stagioni a Green Bay dove arriva da undrafted, si accasa ai Jets, e la “bestia” come lo chiamano i tifosi della grande mela, diventa nel 2018 il giocatore migliorato di più secondo PFF, passando da un grade overall di 61.4 a quello addirittura di 87.1, e la speranza è quella di aver portato a casa, in sordina, un altra gemma scartata in origine dai Packers come fu per Lawrence Guy.

 

Francesco Cugusi@PatriotReign

 

 

Written by francescoc

1 Comment

Giancarlo Boromei

Dispiace x Flowers chissà se Bennet riuscirà a rimpiazzare degnamente il nostro miglior pass rusher. Ah dimenticavo Pennel, gli ex jets di solito sono buoni difensori però non lo conosco bene.
Bene rifirmare JMac autore della giocata difensiva al SBLIII;adesso dobbiamo capire solo cosa farà Gronkowski e se rifirmeremo il kicker e ci serve anche un ricevitore visto la situazione Gordon.

Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *